Una rivista per amica [Rivista madre]
Ipad   Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Editoriali | 19 dicembre 2016  

Una rivista per amica
 
In Italia, si sa, si legge poco. E, nonostante il nostro Paese non sia più quello analfabeta uscito dalle guerre mondiali, certo non brilliamo per “applicazione agli studi”.

Ce lo dicono le ricerche, ma anche – banalmente – certe trasmissioni televisive dove ragazzotti appena usciti dalle scuole stentano a capire il significato di parole anche semplici o ignorano del tutto il senso di espressioni in altri tempi considerate patrimonio acquisito.
Anche nei giornali, pur di farsi comprendere, c’è quasi una gara a svilire l’italiano e la grammatica. Ad andare incontro ai lettori con uno scritto che somiglia sempre di più al linguaggio da chiacchiera da bar. Eppure siamo convinti che un popolo che smette di leggere diventa sempre più manovrabile dai poteri forti, sempre più preda della paura che furbescamente qualcuno aizza, sempre più debole e incapace di costruire il proprio futuro. E allora, in tempi in cui imperano smartphone e social media, in cui tutta la comunicazione sembra non avere tempo per la fatica del leggere, vogliamo tenerci stretta la nostra rivista Madre. Vogliamo continuare a comunicare con il pensiero, il tatto e la parola. Vogliamo continuare a sentire l’odore della carta e l’amicizia calda che si espande dalle pagine sfogliate l’una dopo l’altra.

Il seguito sulla rivista


di Annachiara Valle email 


  




 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Plaid in pile Roberto TORRETTAregalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it