Frammenti di terra sotto il cielo [Rivista madre]
Ipad   Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
News | 18 giugno 2017  

Frammenti di terra sotto il cielo
 
Le diciotto isole Faroe, tuffate nei mari del Nord, sono un paradiso incontaminato, perfetto per gli appassionati di ecoturismo e per chi ama immergersi nella natura.

Fotografia

Diciotto briciole di terra vulcanica, ora acuminate, ora addolcite sotto cieli mutevoli, con la luce del Nord che esalta il verde delle praterie e il viola delle brughiere. Un viaggio ricco di emozioni e di fascino, tanto che nel 2015 milioni di lettori del National geographic traveller e di turisti le hanno elette miglior meta insulare tra ben 111 destinazioni.
A metà strada tra Islanda, Scozia, Norvegia, le isole Faroe sono un mondo a sé, che rivela paesaggi selvaggi e villaggi pittoreschi. Qui abitano i coraggiosi figli dei vichinghi, circa cinquantamila faroesi. Centinaia di migliaia di pecore, presenze comuni in questi luoghi incontaminati, con pochi segni di presenza umana, sfidano i forti venti che si abbattono sulle isole dal clima oceanico, che garantisce inverni miti ed estati fresche. Le piogge che cadono su queste terre glabre impregnano il terreno, per essere poi restituite sotto forma di spumeggianti cascate, alte centinaia di metri. Se le pecore sono molte migliaia, sull’isola di Mykines, la più occidentale dell’arcipelago, gli uccelli che popolano le scogliere sono milioni: pulcinelle di mare, urie, sule, beccacce di mare, cormorani. Un facile sentiero, percorribile in un paio d’ore, conduce al faro posto all’estremità dell’isolotto di Mykinesholmur.

il seguito sulla rivista


di Vittorio Giannella email 


  




 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Plaid in pile Roberto TORRETTAregalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it