Du iu spik inglisc? [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Societa | 27 settembre 2017  

Du iu spik inglisc?
 
False friend, pronuncia a dir poco ostica, grammatica diversa dalla nostra. Imparare l’inglese da adulti non è facile. Ecco, tra gli altri, un metodo nuovo, ma soprattutto rapidissimo ed economico, per apprendere aggirando gli ostacoli.

Fotografia
Thinkstock

Se aprendo la mail dell’ufficio trovate il messaggio del gran capo delle sedi estere della vostra azienda che vi scrive «You’vedone a terrific job!», niente attacchi di panico. Il vostro posto di lavoro non è a rischio. Anzi, magari vi potreste pure beccare una promozione. Al contrario di quanto possa sembrare, infatti, il termine terrific ha il significato di «splendido, magnifico». Eh già, gli italiani, soprattutto gli adulti, non sono famosi nel mondo per la loro capacità di padroneggiare la lingua del Regno Unito e degli States e rischiano spesso di incorrere in errori e di pigliare grosse cantonate. Ma perché l’inglese sembra così ostico? Primo: dopo una certa età molti neuroni vanno a farsi benedire e si perde quell’elasticità mentale che favorisce l’apprendimento. Secondo: l’inglese è una lingua anglosassone, lontana dalla struttura delle lingue neolatine a cui il nostro idioma appartiene.

Attenzione al rischio strafalcioni
Lo strafalcione è, dunque, sempre dietro l’angolo. I primi nemici da cui guardarsi, lo suggerisce il nome stesso, sono i false friend, ossia parole inglesi che, per la loro similitudine con l’italiano, sembrano significare una cosa e invece vogliono dire tutt’altro. Qualche esempio? Actually sembrerebbe corrispondere al nostro «attualmente», invece significa «in realtà»; annoyed ci verrebbe facile usarlo con il significato di «annoiato», eppure vuol dire «infastidito»; il verbo pretend non ha nulla a che vedere con «pretendere», perché significa «fingere»; educated non è il gemello di «educato», ma di «istruito»; firm sta per «azienda» e non vuol dire firmare (sign); scholarnon è uno scolaro, bensì un ricercatore universitario che ha lasciato le elementari da un bel po’; coldnon significa caldo, ma proprio il suo contrario.

il seguito sulla rivista


di Francesca Fabris email 


  




 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it