Atomica ora basta [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Attualità | 28 novembre 2017  

Atomica ora basta
 
L’onoreficienza è stata assegnata all’Ican (International campaign to abolishnuclearweapons), la coalizione di 468 organizzazioni non governative sparse in 101 Paesi impegnata ad abolire le armi nucleari in tutto il mondo.

Fotografia
Thinkstock

Hanno premiato Davide che si batte contro Golia. Un Davide che ha i tratti dolci e la volontà d’acciaio di una donna. È la seconda volta che accade nel giro di vent’anni esatti. Il Premio Nobel per la pace 2017 è stato assegnato all’Ican (International campaign to abolishnuclearweapons), una coalizione di 468 organizzazioni non governative sparse in 101 Paesi impegnata ad abolire le armi nucleari. Nel 1997 fu premiato un analogo sforzo: la Campagna per la messa al bando delle mine antipersona. Allora, a ritirarlo fu un’insegnante americana del Vermont, all’epoca quarantasettenne, Jody Williams: coordinava la Icbl (International campaign to banlandmines) e aveva come collega, in Italia, un’altra donna tosta, Nicoletta Dentico, che animava la campagna in un Paese, il nostro, fino a quel momento gran produttore di mine. Quest’anno, alle 13 precise di domenica 10 dicembre, nel Municipio di Oslo riceve il Premio Beatrice Fihn, una bionda svedese di 35 anni, esperta di diritto, due lauree e un linguaggio diretto: «Donald Trump is a moron, Donald Trump è un idiota», ha twittato senza tanti complimenti il 4 ottobre scorso. Tra i 318 candidati al Nobel per la pace (che al prestigio affianca un valore economico non trascurabile: nove milioni di corone svedesi, un po’ più di un milione di dollari), i giurati hanno scelto una posizione eticamente giusta, ma politicamente difficile.

il seguito sulla rivista


di Alberto Chiara email 


  




 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it