Scuola e lavoro quale alternanza? [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Attualità | 18 dicembre 2017  

Scuola e lavoro quale alternanza?
 
Il progetto ministeriale, introdotto con la legge 107 del 2015, che affianca alle tradizionali lezioni in aula esperienze nelle aziende, non è esente da pecche e problemi. Ma si potrebbe migliorare, in modo da renderlo davvero utile per gli studenti.

Fotografia
Thinkstock

Lo scorso ottobre migliaia di studenti hanno manifestato con una mobilitazione nazionale contro la legge 107 del 2015, la cosiddetta “riforma della buona scuola”, additandola come la causa dello smantellamento della cultura italiana. A salire sul banco degli imputati soprattutto l’alternanza scuola-lavoro, che vede i ragazzi, come denuncia il blocco studentesco, «costretti a svolgere gratis mansioni che non sono inerenti al corso di studi, con l’unico scopo di fornire mano d’opera a costo zero». L’alternanza tra aula e ufficio, obbligatoria per tutti gli alunni dell’ultimo triennio delle scuole superiori, è una delle innovazioni più significative introdotte dalla normativa, che prevede che gli alunni debbano affiancare, a un periodo di formazione teorica in classe, uno di esperienza pratica presso un’azienda, con lo scopo dichiarato di avvicinare il mondo della scuola a quello del lavoro, contribuendo all’orientamento degli studenti e, allo stesso tempo, all’acquisizione di esperienze e competenze che potranno essere utili quando inizieranno a cercare un impiego. I progetti di alternanza possono essere svolti presso imprese, aziende, associazioni sportive e di volontariato, enti culturali, ordini professionali e istituzioni, come riporta l’elenco presente sul sito del ministero dell’Istruzione. L’estensione delle attività di alternanza anche ai licei rappresenta un unicum europeo, dal momento che persino in Germania le esperienze scuola-lavoro riguardano solo gli istituti tecnici e professionali.

Il seguito sulla rivista


di Palma Agosta email 


  




 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it