27 gennaio ricordare non basta [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Societa | 18 dicembre 2017  

27 gennaio ricordare non basta
 
Una ricorrenza istituita non come omaggio alle vittime, ma come presa di coscienza collettiva del fatto che milioni di persone nella civile Europa hanno permesso questo sterminio. Perché non accada mai più.

Fotografia

Era il 18 gennaio 1945 quando i nazisti iniziarono la ritirata. Due giorni dopo, per cancellare le tracce dei crimini commessi nel lager più grande del regime, Auschwitz, avevano distrutto i forni crematori 2 e 3, nei quali erano stati bruciati i corpi di centinaia di migliaia di vittime. La notte tra il 25 e il 26 fu la volta del crematorio 5. Il giorno dopo, il 27 gennaio, le truppe sovietiche della Prima Armata del Fronte Ucraino, comandata dal maresciallo Koniev, entrarono nel campo e trovarono tra i 7 e i 9 mila prigionieri ancora in vita. Si trattava di malati abbandonati: nei giorni precedenti, infatti, le SS avevano fatto evacuare più di 60 mila detenuti per un’ultima e terribile “marcia della morte” verso i lager dell’Ovest. Lo sbigottimento degli uomini dell’Armata rossa ad Auschwitz è ormai storia; e ancora non sapevano che, solo lì, erano state sterminate un milione e centomila persone, il 90 per cento ebree. Di quel giorno è ancora possibile vedere le atroci riprese e oggi, dopo 73 anni, lo celebriamo come Giorno della memoria. Infatti, il primo novembre 2005, in occasione dei 60 anni dalla liberazione dei campi di concentramento, gli Stati membri dell’Onu hanno proclamato ufficialmente il 27 gennaio Giornata internazionale della commemorazione in memoria delle vittime dell’Olocausto.

il seguito sulla rivista


di Marta Perrini email 


  




 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it