Il cuore che uccide [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Societa | 27 febbraio 2018  

Il cuore che uccide
 
Nella trasmissione Amore criminale, Veronica Pivetti e Matilde D’Errico raccontano le storie di donne uccise da fidanzati, compagni, mariti, ex. Vicende che vanno ricordate nella speranza che non accadano più.

Fotografia

«Il messaggio è di essere molto attente, di non cascare nella trappola. Se si subisce una qualsiasi forma di violenza, anche verbale, bisogna subito mettersi all’erta, e denunciare se si subisce una violenza fisica». Veronica Pivetti, attrice molto conosciuta anche per il suo ruolo nella commedia Provaci ancora prof, è la conduttrice di Amore criminale, la seguitissima trasmissione in onda su Rai 3 che affronta il tema della violenza sulle donne. Proprio nei giorni in cui si festeggia l’8 marzo vale la pena ricordare le tante, troppe vittime della violenza maschile, di rapporti malati dai quali non si riesce a fuggire in tempo. «Può capitare a tutte», spiega Matilde D’Errico, ideatrice e regista della trasmissione insieme con Maurizio Iannelli. «In tutti i ceti sociali, culturali, economici, in tutti i contesti può capitare di attraversare un momento di fragilità e questi uomini sono abilissimi a intercettarti proprio quando l’autostima vacilla. Si insinuano, ti isolano, ti manipolano. Diventa difficile allontanarsi». «Anche perché», aggiunge la Pivetti, «denunciare viene visto un po’ come la dichiarazione di un fallimento, nel senso che si vive come una sconfitta un rapporto che va male. Tante volte non si denuncia perché dispiace farlo contro una persona che si è tanto amato. Sono circoli viziosi della mente, molto pericolosi.

il seguito sulla rivista


di Andrea Di Valore email 


  




 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it