Io, una fan di papa Francesco [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Societa | 19 luglio 2018  

Io, una fan di papa Francesco
 
L’attrice Caterina Murino, che ha di recente recitato nel film Agadah, svela di andare a Messa e di credere nella Chiesa. Ma anche di essere una volontaria che aiuta l’Africa.

Fotografia

Bella con l’anima. Del suo fascino mediterraneo, intenso ed elegante, si sono accorti gli spettatori di tutto il mondo quando l’hanno scoperta accanto a Daniel Craig, alias James Bond, nella prima avventura del nuovo 007: Casino royale. Era il 2006 e, nei panni della spericolata Solange, Caterina Murino rubava la scena a Eva Green, star della pellicola. Almeno fino a quando il cattivo di turno non la faceva fuori. Un trampolino di lancio mondiale conquistato senza facili scorciatoie, con tenacia e tanta gavetta a teatro dopo che, nel 1997, si era classificata quinta a Miss Italia. I primi lavori da modella, qualche assaggio di tv (ha fatto la “letterina” per Gerry Scotti nella prima edizione di Passaparola), poi l’esordio al cinema nel 2002 con una particina in Nowheredi Luis Sepùlveda. Da allora ha inanellato una trentina di film, mai banali, parecchi girati in Francia dove vive da anni (a Parigi, senza però mai dimenticare le origini cagliaritane) con all’attivo qualche buon titolo italiano: Non pensarci di Gianni Zanasi, Il seme della discordia di Pappi Corsicato, Ustica di Renzo Martinelli. Pochi mesi fa l’abbiamo ammirata in Agadah, suggestiva pellicola in costume che il regista lecchese Alberto Rondalli ha tratto dal celebre Manoscritto trovato a Saragozza di JanPotocki.

il seguito sulla rivista


di Maurizio Turrioni email 


  




 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it