Tintoretto il pittore visionario [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
In mostra

Tintoretto il pittore visionario
 
Sono 50 i dipinti e 29 i disegni esposti nelle spettacolari sale di Palazzo Ducale e nelle Gallerie dell’Accademia di Venezia, sedi della mostra Tintoretto 1519-1594, aperta fino al 6 gennaio.

Fotografia

Molti sono stati restaurati per l’occasione grazie ai finanziamenti di Save VeniceInc, associazione americana no profit che dal 1966 ha contribuito al ripristino di centinaia di capolavori d’arte e di architetture nella città lagunare. Per festeggiare Tintoretto, al secolo Jacopo Robusti, uno dei massimi artisti del Cinquecento, a quasi 500 anni dalla nascita, vengono esposte nella sua città natale, per la prima volta insieme, le opere più celebri del maestro arrivate dai principali musei del mondo. A Venezia decine di chiese e di palazzi storici, come la Scuola grande di San Rocco, conservano suoi preziosi dipinti e affreschi. Questo pittore è famoso per la modernità della sua arte, grandiosa nella sua forza espressiva, caratterizzata dall’inconfondibile segno visionario, sensuale, intenso e misterioso, che sfida la tradizione pittorica dell’epoca. L’impianto scenico in ogni opera è originale, mentre la pennellata lunga, staccata, rapida dà un’apparenza di “non finito”. Lui è un innovatore: usa una tecnica libera nelle forme e nei colori che dona alle carni, alle stoffe, agli oggetti, alla natura, un movimento e un ritmo unici, che gli sono valsi l’appellativo di spericolato funambolista. Basta guardare Sant’Agostino risana gli sciancati, Il ratto di Elena, Battesimo di Cristo.

il seguito sulla rivista


di Tina Lepri email 






 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it