Autunno, tempo di arrosti [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
In cucina

Autunno, tempo di arrosti
 
È il classico secondo piatto della domenica: per festeggiare una giornata
in famiglia con un pranzo gustoso. Prepararlo a regola d’arte non è difficile,
basta seguire passo passo le ricette della tradizione che vi proponiamo.

Fotografia
Thinkstock
Fotografia

Arrosto di oca ripiena

1 oca di 3 kg pulita, 4 mele cotogne, 600 g di petto di pollo, 280 g di petto di cappone, 80 g di uvetta, 1 bustina di zafferano, 6 foglie di alloro, 1 cucchiaio di zucchero, mostarda di frutta mista q.b., ½ l di vino bianco secco, 4 spicchi di aglio, burro, 200 g di brodo vegetale, infuso di camomilla, olio extravergine di oliva, sale, pepe

Per prima cosa ammollate l’uvetta nell’infuso di camomilla. Mondate le mele cotogne e riducetele a dadini; rosolateli in padella con una generosa noce di burro, l’uvetta sgocciolata e un cucchiaio di zucchero per 3-4 minuti Sciogliete in 200 g di brodo lo zafferano. Riducete pollo e cappone in tocchetti, frullateli con un pizzico di sale e una macinata di pepe. Unite a filo, continuando a frullare, 200 g di olio e poi il brodo allo zafferano. Mescolate la carne frullata con le mele rosolate, aggiustate di sale e pepe. Lavate molto bene l’oca, asciugatela, poi salate e pepate generosamente la superficie esterna e interna. Infine disponete all’interno 3 foglie di alloro e riempite con la farcia. Cucite con ago e filo l’apertura, poi legate zampe e ali con lo spago da cucina in modo che l’oca mantenga la forma in cottura. Inserite tra lo spago e la polpa qualche foglia di alloro. Accomodate l’oca su una placca unta di olio e unite 4 spicchi di aglio con la buccia. Ungete l’oca di olio, coprite tutto con un foglio di alluminio e infornate a 180 °C per 1 ora. Sfornatela, eliminate parte del grasso e bagnate con mezzo litro di vino bianco. Infornate nuovamente e cuocete per un’altra ora. Poi bagnatela con il sugo di cottura e un mestolo di brodo vegetale e infornatela ancora per 30 minuti Sfornate l’oca ripiena, trasferitela sul piatto di portata e fatela riposare coperta con un nuovo foglio di alluminio per altri 30 minuti. Nel frattempo filtrate il sugo, versate un mestolino di acqua sulla placca ancora calda per deglassarla, filtrate anche questo liquido, mescolate bene i due sughetti, fateli intiepidire ed eliminate il grasso superficiale. Servite l’oca ben irrorata con il sugo, accompagnandola con la mostarda di frutta.

il seguito sulla rivista


di Eva de Lupis email 






 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it