Paolo VI all’Ilva e la giustizia di oggi [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Editoriali | 27 novembre 2018  

Paolo VI all’Ilva e la giustizia di oggi
 
Era la notte di Natale del 1968 quando Paolo VI decise di celebrare la messa nel complesso siderurgico di Taranto.

Fotografia

Un gesto rivoluzionario per quel tempo e ancora oggi di una attualità straordinaria. A cinquant’anni da quell’evento suonano quanto mai profetiche le parole pronunciate da Giovanni Battista Montini: «Non dite e non pensate mai», disse in quella notte, «che la Chiesa sia cieca ai vostri bisogni, sorda alle vostre voci. Ancora prima che voi abbiate coscienza di voi stessi, delle vostre condizioni reali, totali e profonde, la Chiesa vi conosce, vi studia, vi interpreta, vi difende». E ancora: «La Chiesa non condivide le passioni classiste, quando queste esplodono in sentimenti di odio e in gesti di violenza; ma la Chiesa riconosce, sì, il bisogno di giustizia del popolo onesto, e lo difende, come può, e lo promuove. E badate bene: non di solo pane vive l’uomo, dice la Chiesa ripetendo le parole di Cristo; non di sola giustizia economica, di salario, di qualche benessere materiale, ha bisogno il Lavoratore, ma di giustizia civile e sociale».

il seguito sulla rivista


di Annachiara Valle email 


  




 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it