Un bambino in dialogo con Gesù [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Primo piano

Un bambino in dialogo con Gesù
 
Non si prega più, chi prega, a volte, si vergogna di parlarne. La favola moderna raccontata da Paola Mastrocola nel suo libro "Leone".

Pregare. Preghiera. Un verbo e un sostantivo che sono finiti nell’archeologia verbale. Non solo non fanno più parte della vita delle persone, ma coloro che pregano, spesso si vergognano di manifestarlo. «Se c’è una cosa che m’impressiona è la totale eclissi del cristianesimo dal panorama della nostra società. Duemila anni di storia, di arte, di bellezza, di tradizione, di solidità, di valori condivisi, cancellati con un colpo di spugna in meno di vent’anni», ha scritto Susanna Tamaro, presentando il libro di Paola Mastrocola Leone (pp. 232, € 18,50, Einaudi). È un romanzo coraggioso,controcorrente. L’autrice arriva dalla scuola, dove ha insegnato per anni, e si è conquistata, nella narrativa attuale, uno spazio in cui molti lettori si ritrovano. Come in questo racconto, nato da una chiacchierata con una libraia di Torino, che le confessò come da piccola pregava, anche per strada, e la sua mamma si vergognava. Anche Katia, la madre di Leone, il bambino di sei anni protagonista di questa “favola” moderna, si vergogna, quando lo sorprende mentre, in casa e fuori, prega: Ave Maria , Padrenostro, Angelo custode, Salve Regina, persino il Credo.

il seguito sulla rivista


di Mariapia Bonanate email 






 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it