Pietro Bartolo il volto bello dell’Italia [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Societa

Pietro Bartolo il volto bello dell’Italia
 
È il medico di Lampedusa in prima fila nell’accoglienza ai migranti: da oltre 25 anni li cura e li ascolta. In questo momento di chiusura e di “falsi allarmi” ci ricorda la necessità di fermarsi dinanzi al dolore e di intervenire.

Fotografia

Si è parlato di «Europa sotto assedio», di «emergenza migranti», di chiusura di porti, ricollocamenti, criminalizzazione delle Ong. Abbiamo visto barche vagare per giorni nei nostri mari senza poter attraccare e forze di polizia ai confini dei Paesi della civilissima Unione Europea, uno scenario bellico a cui mai avremmo immaginato di assistere dalla fine della Seconda guerra mondiale. Ma basta confrontarsi con qualche dato per comprendere come la realtà non sia fatta di numeri roboanti né di situazioni emergenziali.
È davvero emergenza?
Le cifre, nella loro semplicità, parlano chiaro: fra il 2014 e il 2017 sono arrivate via mare in Italia circa 623 mila persone. Nell’estate 2017 l’allora premier Paolo Gentiloni ha proseguito la politica migratoria dell’ex-ministro Marco Minniti, ratificando gli accordi tra il governo italiano e le milizie libiche, che gestiscono il traffico dei migranti, al fine di impedire le partenze. Accordo che ricalcava quello stipulato con la Turchia dall’Unione europea. Che, invece, è molto attiva in Niger, Paese dove i migranti transitano per recarsi verso Nord alla volta del Mediterraneo: l’obiettivo condiviso, nell’incapacità di trovare politiche efficaci a Bruxelles, pare essere quello di fermare le persone in suolo africano.

il seguito sulla rivista


di Marta Perrini email 






 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it