La donna nell’arte maschere e identità [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
In mostra

La donna nell’arte maschere e identità
 
Figure angeliche e di eterea bellezza o crudeli seduttrici fonte di peccato e di tentazione?

Fotografia

Da sempre la donna è stata protagonista dell’arte che l’ha rappresentata in ogni ruolo. Il nudo femminile ne ha esaltato bellezza ed erotismo, ma è stata descritta anche come moglie e madre sublime, custode di felici virtù domestiche o protagonista di profondi dolori. Donne divinizzate dalla perfezione astratta dell’arte greca fino a diventare, dall’Ottocento in poi, creature dubbiose, segnate dalla solitudine esistenziale, ma anche coraggiose rivoluzionarie. Alla donna è dedicata la grande mostra alla Galleria d’arte moderna di Roma, fino al 13 ottobre, Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione, un originale percorso nell’universo femminile negli ultimi due secoli. In questo periodo le arti visive seguono le metamorfosi della donna che partecipa ai drammi e alle contraddizioni di una società che cambia: protagonista del mondo del lavoro, di guerre, sofferenze, rivoluzioni, emancipazione, ritorno all’ordine patriarcale, nuove lotte per diritti ancora negati. E l’esposizione ne ripercorre le vicende. Sculture enigmatiche sospese in un vuoto senza tempo: effetto delle luci che ammorbidiscono i volti ed esaltano gli occhi, i gesti delle mani.

il seguito sulla rivista


di Tina Lepri email 






 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it