I tanti tipi di strabismo [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Pediatra

I tanti tipi di strabismo
 
Tra le principali cause del problema ci sono ampliopia e difetti visivi. Ma ci possono essere anche motivi congeniti o neurologici. La prima cosa da fare è rivolgersi subito a un oculista.

Fotografia
Getty Images

Capita abbastanza spesso, guardando un bambino, che gli occhi non risultino perfettamente allineati. A volte si tratta di una condizione normale, ma bisogna distinguere. In particolare, si parla di esotropia quando gli occhi sono convergenti, cioè “incrociati”, e di exotropia quando lo sguardo è divergente. Nei primi quattro mesi di vita si può osservare un’esotropia transitoria che si risolve poi spontaneamente. Inoltre, nei bambini piccoli la conformazione del viso con occhi distanziati, il dorso del naso piatto, la presenza di pieghette della pelle degli occhi (pliche epicantiche) più prominenti possono dare l’impressione di uno strabismo esotropico che in realtà non c’è. Ma a volte, purtroppo, il problema esiste davvero. Una delle cause più comuni è l’ambliopia, il cosiddetto “occhio pigro”: il bambino predilige, cioè, l’uso di un occhio rispetto all’altro e quest’ultimo, non essendo utilizzato, tende a deviare e con il tempo perde progressivamente la capacità di vedere.

il seguito sulla rivista


di Barbara Guerrini email 






 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it