Europa tra mito e realtà [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Le parole che non ti ho detto

Europa tra mito e realtà
 
«Sarà anche l’ora del movimento per l’Europa libera e unita», si legge nel Manifesto di Ventotene. Oggi è solo un sogno?

Il suo nome aveva origini incerte; rapita da Zeus che, infatuato della sua bellezza, mascherato da toro e poi da aquila, le usa violenza. Ricercata invano dai fratelli che, dopo qualche tentativo, si arresero, “accontentandosi” delle terre conquistate nei regni a loro affidati. Alla fine Europa divenne la prima regina di Creta ed ebbe da Zeus tre figli: Minosse, Radamanto e Sarpedonte, adottati in seguito da suo marito Asterione, re di Creta. Eppure nulla ci dice la tradizione narrativa di quanto godette di questa sua storia (d’amore?) con un dio.
Diciamo la verità: anche se ad alcuni innamorati della classicità il mito di Europa può sembrare affascinante, a me appare molto velato di tristezza. Quasi, oso dire, allineato con la lettura che se ne fa oggi in questi tempi, dell’Europa attuale, abbandonata da tanti intellettuali disillusi e ancorati a vecchi schemi.
Per carità, comparare l’attuale struttura politico-amministrativa con le fattezze di una splendida figura femminile della letteratura classica è quantomeno ardito. Ma in vista degli importanti appuntamenti futuri della politica in questa parte del mondo, il gioco, forse, ci può anche stare.

il seguito sulla rivista


di Vittorio Sammarco email 






 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it