Mai più delitto d’onore [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Attualità

Mai più delitto d’onore
 
A giudicare dall’esiguità delle pene inflitte agli uomini che hanno commesso un femminicidio, verrebbe quasi da pensare a un anacronistico ritorno alla “vecchia” norma. Occorrono, invece, esperti che lavorino in sinergia per garantire l’incolumità delle donne. E la punizione dei colpevoli.

Fotografia
Getty Images

Non si tratta di un ritorno al passato se il passato non è mai andato via. Si è tornati a parlare di delitto d’onore poco tempo fa in seguito ad alcune pronunce dei tribunali. Un caso è quello di Javier Napoleon Pareja Gamboa che, nell’aprile 2018, a Rivarolo, Genova, aveva colpito, per gelosia, la moglie Jenny Angela Coello Reyes con diverse coltellate, fino ad ammazzarla. Nella sentenza con cui il tribunale ha deciso di dimezzare la pena rispetto a quanto chiesto dal pubblico ministero, portandola da 30 a 16 anni, è scritto che l’uomo ha ucciso perché mosso «da un misto di rabbia e di disperazione, profonda delusione e risentimento». E ancora: «Ha agito sotto la spinta di uno stato d’animo molto intenso, non pretestuoso, né umanamente del tutto incomprensibile». Una decisione che lascia sconcertati, anche perché arrivata a pochi giorni da un analogo episodio. I giudici, questa volta, hanno quasi dimezzato la pena a Michele Castaldo, reo confesso dell’omicidio di Olga Matei. I due avevano una relazione da appena un mese. Abbastanza per portare la donna a dire basta. Castaldo l’ha strangolata, a mani nude, nel suo appartamento. In primo grado, il giudice di Rimini ha condannato l’uomo a 30 anni di carcere per omicidio aggravato da motivi futili. Ma in appello, i giudici di Bologna hanno ridotto la pena a 16 anni, perché il profilo dell’omicida, costellato da lutti, e l’intenzione di risarcire la figlia minore di Olga sono stati considerati delle attenuanti.

il seguito sulla rivista


di Elisabetta Gramolini email 






 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it