I nostri ragazzi che salvano il mondo [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Primo piano

I nostri ragazzi che salvano il mondo
 
Lo sciopero mondiale degli studenti e dei giovani per la salvezza del pianeta è una speranza da costruire tutti insieme.

S’intitola Il mondo salvato dai ragazzini il libro di Elsa Morante, edito nel 1968, che parla della forza rigeneratrice dei giovani, del loro vigore creativo, della loro capacità di contribuire a risolvere i gravi problemi che affliggono l’umanità. Il 15 marzo scorso, quando i giovani di tutto il mondo (100 nazioni, dalla Svezia all’Australia, 1.700 città coinvolte) sono scesi nelle strade per scioperare contro il cambiamento climatico e l’inquinamento del pianeta, quel libro e quel titolo sono risuonati profetici. Hanno rinnovato una promessa e riacceso una speranza. L’evento ha sorpreso un po’ tutti, a cominciare dalla sedicenne Greta Thunberg, che non avrebbe mai immaginato, quando davanti al Parlamento di Stoccolma, scioperando da scuola, chiedeva leggi efficaci contro i cambiamenti climatici, che la sua protesta avrebbe smosso migliaia di ragazzi. E che il suo appello, «occorre agire immediatamente per il clima, come se la vostra casa fosse in fiamme», sarebbe stato il filo rosso di un movimento globale. In Italia un milione di persone è sceso nelle strade. A Venezia, gli organizzatori della affollatissima manifestazione hanno spiegato: «Abbiamo abitato questo pianeta per pochi anni, troppo pochi perché qualcuno possa rimproverarci, addossarci le colpe dell’inquinamento dell’aria, dell’acqua, della terra.

il seguito sulla rivista


di Mariapia Bonanate email 






 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it