Sguardo [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Dizionario dei giorni nostri

Sguardo
 
Quanto è decisivo il modo in cui guardiamo il mondo, le persone e ciò che avviene nel determinare quello che ne penseremo, quello che proveremo, e – di conseguenza – quello che faremo? Credo tantissimo.

È il nostro sguardo a dettare il nostro rapporto con tutto ciò che ci circonda, ma anche con ciò che riguarda noi stessi. A seconda che esso sia benevolo, indifferente, compassionevole, arrabbiato, superficiale, attento, preoccupato, veloce o riflessivo il nostro comportamento sarà, appunto, benevolo, indifferente, compassionevole, arrabbiato, superficiale, attento, preoccupato, veloce o riflessivo. Per questo mi pare che sarebbe tanto importante che, come si educa il linguaggio e si dà un codice al comportamento, si investa qualcosa o, ancora meglio, molto per insegnare a guardare in profondità, anche oltre le prime apparenze, e a legare lo sguardo non solo all’occhio, ma al discernimento dei sentimenti propri e altrui, coltivando la capacità di dialogare con questi per arrivare un po’ più vicino alla realtà dell’altro. Interrogandoci sul senso e sui motivi di ciò che vediamo. Forse non è troppobfacile farlo, e l’allenamento può aiutare. Penso a mio padre che, nel sedare le nostre liti di bimbe, ci invitava a provare a capire le ragioni degli altri; a non scambiare la prepotenza e l’arroganza con la forza, ma a intravedere piuttosto l’infelicità e la debolezza in simili comportamenti.

il seguito sulla rivista


di Agnese Moro email 






 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it