Dall’ortopedico da uno a dieci anni [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Pediatra

Dall’ortopedico da uno a dieci anni
 
Sia i piedi che le ginocchia dei bambini seguono una loro evoluzione durante la crescita e vanno periodicamente controllati, verificando che non ci siano anomalie.

Fotografia
Getty Images

Prosegue in questo numero l’approfondimento dedicato all’ortopedia iniziato in maggio. Intorno ai 12 mesi, quando il bambino comincia a camminare, si pone la questione delle calzature. La prima scarpina deve essere realizzata con materiali naturali, che permettano una buona traspirazione del piede, e dovrebbe avere un maggior sostegno nella parte posteriore e laterale. La suola, che deve possedere un’ampiezza sufficiente a rispettare l’anatomia del piedino, deve essere flessibile in punta e non completamente piatta per non sbilanciare il bambino all’indietro. I bimbi di età compresa tra uno e tre anni hanno quasi tutti il piede piatto, ma nella maggior parte dei casi la volta plantare si sviluppa con la crescita e quasi mai è necessario ricorrere a plantari o a scarpe ortopediche. Gli sport che meglio consentono lo sviluppo del piede sono le arti marziali, la danza, il calcio e l’atletica leggera.

il seguito sulla rivista


di Barbara Guerrini email 






 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it