Dall’ortopedico durante l’adolescenza [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti    
Rivista Madre
 
Pediatra

Dall’ortopedico durante l’adolescenza
 
In questa fascia di età, a causa dell’accelerazione della crescita, diventano più evidenti le alterazioni della colonna vertebrale, come scoliosi e cifosi. Entrambe possono essere causate da un’anomalia delle vertebre o solo da un’errata postura.

Fotografia
Getty Images

Si conclude in questo numero l’approfondimento dedicato all’ortopedia iniziato in maggio. Durante l’adolescenza l’attenzione si concentra sullo sviluppo della schiena. È, infatti, in questa fascia di età che, a causa dell’accelerazione della crescita, diventano più evidenti le alterazioni della colonna vertebrale. È, innanzitutto, necessario distinguere fra scoliosi vera e propria e atteggiamento scoliotico: nel primo caso sono presenti anomalie anatomiche o strutturali delle vertebre (solitamente una rotazione vertebrale) che non si osservano, invece, nel secondo.
La scoliosi include qualsiasi deviazione laterale della colonna, che può avere un’origine non nota (idiopatica) oppure essere causata da lesioni ossee, da patologie muscolari, da problemi neurologici (come accadeva, ad esempio, nella poliomielite) o metabolici (ad esempio, nel rachitismo). Per valutare correttamente una scoliosi è necessaria, oltre alla visita medica e a una prima misurazione con lo scoliometro, una radiografia dell’intera colonna in posizione eretta. Il trattamento può consistere nell’osservazione nel tempo, nell’utilizzazione di un busto ortopedico, nell’intervento chirurgico nei casi più gravi.

il seguito sulla rivista


di Barbara Guerrini email 






 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina


Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it