I presepi di piazza San Pietro [Rivista madre]
Twitter   Facebook   Abbonamenti   
Rivista Madre
 
Attualità

I presepi di piazza San Pietro
 
Dal presepe di sabbia a quello trentino.

Fotografia
Catholic Press

Se l’anno scorso era stata la rappresentazione della natività fatta con la sabbia di Jesolo ad attirare più di un milione di turisti in piazza San Pietro, papa Francesco compreso, per il Natale 2019 nel cuore della cattolicità arriva un presepe proveniente da Scurelle, un Comune della Valsugana in provincia di Trento. Realizzata quasi interamente in legno, la rappresentazione della nascita di Gesù è composta da due elementi architettonici caratteristici della tradizione trentina: due strutture in legno lavorato con tavole grezze dove vengono alloggiati oltre una ventina di personaggi a dimensione naturale in legno policromo. In ricordo della tempesta dello scorso anno, dei tronchi provenienti dalle zone colpite dai nubifragi fanno da sfondo al paesaggio. Quest’anno il Gruppo presepio artistico di Conegliano, in provincia di Treviso, curerà l’allestimento della natività nell’Aula Paolo VI. Che, invece, richiama le antiche stalle-fienile della Lessinia, nelle Prealpi venete. Ad arricchirlo anche un capitello che rappresenta la Madonna con Bambino, di Cima da Conegliano, noto pittore rinascimentale. Le figure hanno un’altezza di circa 125 centimetri e indossano abiti della tradizione veneta. Immancabile anche il grande albero di Natale in piazza San Pietro che quest’anno arriva dall’altipiano di Asiago, in provincia di Vicenza.

il seguito sulla rivista


di Francesco Grana email 






 Fai girare questa notizia






 Traduci questa pagina

Translate this page with Google

 Fai un regalo speciale

Se regali un abbonamento a MADRE
a una tua amica, per te il
Grembiule realizzato per i 130 anni di MADRE
regalo
Chiamaci al Tel. 030 42132  o scrivici: abbonamenti@rivistamadre.it